Come fare il Backup del PC con Windows 10

Come fare il Backup del PC è una di quelle cose che vanno assolutamente imparate durante il corso della propria esistenza. Quante volte vi si è rotto un disco e avete perso tutto? Quante volte avete preso un virus che vi ha crittografato tutti i documenti e tutte le immagini? Mai? Bè accade più spesso di quanto non si voglia credere.

Per ovviare alla problematica sopra descritta l’unica soluzione per me valida è fare dei backup dei vostri dati su un disco esterno che deve rimanere spento fino al prossimo backup. Perché questo? Perché lasciarlo acceso e collegato al vostro PC vi salva da una possibile rottura del disco ma non vi salva da un possibile attacco di un Virus.

Come fare il Backup del PC con Windows 10

Esistono Virus (uno su tutti CryptoLocker) che criptano i vostri documenti, li rendono inutilizzabili e vi chiedono il riscatto. Il virus attacca qualsiasi cosa vede nel PC e nella rete. Quindi anche un disco di rete non è immune da questo tipo di attacco anche. Alcuni hanno la possibilità di rimediare se ha funzionalità avanzate tipo lo shadowcopy o cose del genere ma è meglio evitare.

Quindi acquistate un disco esterno abbastanza capiente e preparatevi a eseguire dei backup almeno settimanali a seconda delle vostre esigenze. In questa guida vi spiegherò solo come eseguire il backup dei vostri dati che siano documenti di excel, word, foto o video. Intanto vi invito anche a leggere come fare il backup preventivo delle foto del vostro smartphone prima ancora di pensare ad un eventuale backup dal vostro pc.

Creare un Backup del PC con Windows 10

Con Windows 10 è possibile creare backup automatici. Copiano di default solo i documenti presenti nel vostro utente (C:\Users\nome-utente). Tutte le cartelle vi vengono comunque indicate.

Per impostare il backup di Windows 10 cercate “backup” nella ricerca di Windows e vi apparirà “impostazioni di backup” altrimenti impostazioni di windows -> aggiornamento sicurezza -> backup. Dovete arrivare a questa schermata.

come fare il backup con Windows 10

A questo punto premete su “+ Aggiungi Unità” e selezionate il disco che utilizzerete per il backup, attivatelo. Normalmente così il backup dovrebbe partire con le cartelle di default e le impostazioni di default. Ma premete su “altre opzioni” così potrete:

  • avviare manualmente il backup
  • scegliere quando deve fare il backup (ogni ora è il default)
  • per quanto deve conservare i backup (sempre è il default)
  • aggiungere o rimuovere le cartelle per il backup (importante)
  • escludere a priori una cartella dal backup

E’ importante verificare che tutte per cui valga la pena effettuare il backup siano inserite in questa lista. Se non c’è basta aggiungerla. La cartella può essere anche su dischi diversi, non è importante.

Questi tipi di backup sono incrementali (cioè dopo il primo aggiungono solo le differenze rispetto ai vecchi backup) e mantengono le versioni dei vecchi file. Quindi se l’impostazione “per quanto deve conservare i backup ” è su sempre continuerà a mantenere tutte le vecchie versioni fino all’esaurimento dello spazio.

Come ripristinare una cartella o un file con Windows 10

Una volta che si è effettuato il backup con Windows sarà possibile anche ripristinare una cartella o un singolo file. Per ripristinare:

  • cerca “Cronologia file”
  • oppure vai in Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Cronologia file > Ripristina i file personali
  • cerca il file o la cartella che vuoi ripristinare
  • tramite le frecce seleziona la versione che ti serve
  • premi “Ripristina”